CHI SIAMO

Nel 2001 dopo un anno di cantiere per riconvertire una fabbrica dei primi del '900, nasce la Noise Factory. Uno studio di registrazione e 3 sale prova pensate per i professionisti. Il successo è pressocchè istantaneo, il calendario dello studio si riempie di sessioni mentre infuriano le prove nelle tre sale. Da subito ci dedichiamo alle produzioni con l'etichetta Otorecords e la società editoriale Zumpapa. L'idea è di una alleanza dai connotati vagamente sessantiani per promuovere i più grandi amici della noise factory che condividono con lei obiettivi e sogni; i risultati non si fanno attendere: Mesas, Ministri, Nielsa, Yak, Iori’s Eyes sono alcune delle band prodotte da noi.

Negli anni abbiamo registrato tanti dischi importanti con e grazie a fonici e produttori che ci hanno dato fiducia, fra i quali Taketo Gohara, Antonio Cupertino, Marco Tagliola, Tommaso Colliva, Paolo Mauri, Stefano Mariani, Paolo Iafelice, Leopoldo Di Lenge, Marco Marbona, Andrea Conti, Giovanni Spinotti, Luciano Luisi, Patrizio Fariselli e tanti altri.

Contemporaneamente abbiamo contribuito e contribuiamo attivamente a un'idea di musica italiana che ci piace con la nostra etichetta, la nostra società editoriale e le nostre capacità nel guidare artisti e band in pre-produzione e produzione con tecnici preparati e bravi produttori artistici. Dal 2010 abbiamo riconvertito (con l'ennesimo cantiere) metà della Noise Factory, prima dedicata a ospitare le sale prova, a un secondo studio di registrazione per far fronte alle richieste sempre maggiori della clientela e per dedicarci completamente alla produzione musicale con ancora più spazi, più tecnologie, più ambienti e più strumenti. Il 2014 vede l’ulteriore rinnovamento della struttura che salutando il mitico Amek Hendrix, mixer compagno di mille avventure, accoglie una console API e amplia il concetto di modularità e flessibilità dei due studi con i rack guerrieri.

Alessio Camagni

Produttore e fonico milanese
E’ un rockettaro che ha fatto pace col pop.
E’ sempre convinto che, in mancanza degli eredi dei Beatles, il futuro sia nell’ heavy metal e i fatti ancora non lo smentiscono
LAVORI

 

Taketo Gohara

Produttore e fonico giapponese 
Armato di un curriculum mastodontico e della classica imperturbabilità orientale gestisce con grande sapienza produzioni, colonne sonore e mix fra un pranzo al ristorante e una cena al ristorante
LAVORI

 

Federico Calvara

Produttore e fonico monferrino 
Dottore in scienze della comunicazione, sente frequenze così alte da essersi meritato sul campo l’appellativo di "pipistrello". E’ quello che si veste meglio di tutti anche perché entra in qualsiasi taglia
LAVORI

 

Davide Tessari

Fonico e musicista padovano 
Una delle persone più di buon carattere che siano mai esistite, tanto da meritarsi il soprannome di “davada”. L’accento veneto è direttamente proporzionale alla sua abilità con Protools.
LAVORI

 

Niccolò Fornabaio

Fonico e bravo batterista milanese.
Si è meritato il soprannome di Farnabazo poichè quando tenta di clonare il sound americano degli anni 70 sembra dotato della stessa determinazione del temibile satrapo persiano
LAVORI

 

 

 

Alessandro La Cava

Assistente e dj/producer messinese.
E' il primo che ne capisce qualcosa di musica elettronica fra noi ed è l'unico felice di vivere a Milano. Genio o giargiana? Lo scopriremo presto...
LAVORI